Telefono 0862 24373

Benvenuti su Vivinforma

SPEDIZIONE GRATUITA per Ordini di QUALSIASI IMPORTO! / Consegna in 24/48H

L'uso sportivo del Tribulus Terrestris: origine ed impiego


L'uso sportivo del Tribulus Terrestris: origine ed impiego

Cos’è?

Il Tribulus terrestris L. è una pianta appartenente alla famiglia delle Zygophyllaceae.

 

Aspetto

Si presenta con steli ramificati (la cui altezza può toccare il metro), piccole foglie e fiori dai petali gialli.

 

Nome comune

E’ noto comunemente anche con il nome di tribolocomune, caciarello e vite puntura.

 

Origini

E’ una pianta originaria dell’India, in seguito diffusasi anche in Europa, Asia, Africa ed Australia, nelle zone tropicali. In America del Sud è presente in maniera cospicua in qualità di infestante mentre in Italia è presente soprattutto negli ambienti sassosi costieri o lungo le linee ferroviarie.

 

Uso e funzioni

Mondo orientale

Il Tribulus è una pianta che viene utilizzata notoriamente nella medicina tradizionale cinese ed indiana per curare malattie importanti come:

- L’ edema polmonare.

- Il gonfiore addominale.

- Le malattie cardiovascolari.

Svolge inoltre un’importante azione regolatrice e depurativa per il fegato, i reni e le disfunzioni del tratto urinario.

Il campo che la trova come protagonista indiscussa è quello delle disfunzioni sessuali, dove è impiegata soprattutto per curare l’impotenza.

La sua efficacia in questo settore deriva dall’azione stimolante che il Tribulus esercita sulla produzione di ormoni androgeni, deputati alla regolazione della libido, dei caratteri sessuali e dell’incremento muscolare.

 

Mondo occidentale proprietà e usi

Nel mondo occidentale il Tribulus terrestris si è fatto conoscere soprattutto nell’ambito dell’atletica e dello sport, in particolare tra i bodybuilding, proprio in virtù delle sue proprietà ormonostimolanti. 

I semi del Ttribulus terrestris sono infatti ricchi di protodioscina, una saponina steroidea che sollecita la produzione endogena di testosterone, diidrotestosterone, ormone luteinizzante (LH), deidroepiandrosterone (DHEA), deidroepiandrosterone solfato (DHEA-S), con conseguente aumento della spermatogenesi e della libido.

Nell’organismo femminile il Tribulus contribuisce all’aumento dell’energia fisica e mentale, della lucidità, del tono e della forza muscolare, della libido, svolgendo un’azione stimolante dei precursori degli estrogeni, gli ormoni femminili per eccellenza. 

 

Assunzione

Come tutti gli integratori anche il Tribulus, per essere pienamente efficace, deve essere accompagnato da poche ma pratiche avvertenze:

- deve essere assunto secondo modalità precise.

- Deve essere accompagnato da un costante e tenace allenamento, preferibilmente composto da esercizi multiarticolari come: lo Squat, lo stacco da terra, lo slancio e lo strappo.

- Deve essere accompagnato da un’alimentazione corretta ed uno stile di vita regolare.

 

Integratori e dosi consigliate

In commercio sono disponibili estratti di Tribulus terrestris in pratiche compresse.

Le dosi da assumere non dovrebbero superare i 20 mg/kg di peso corporeo, per cui, un uomo medio ne dovrebbe assumere massimo 1,4 grammi, ciclizzando l’integrazione con 4 settimane on e 1 off.

 

Se volete ottenere risultati ottimali, accanto alle raccomandazioni ed ai consigli sopra indicati, Vivinforma consiglia l’utilizzo dei seguenti prodotti:

 

Non ci sono prodotti corrispondenti alla selezione.

Categoria: Integrazione

Commenti